consigli vegan

Vuoi diventare vegan? 10 consigli per farlo più facilmente

Adottare uno stile di vita vegan è benefico per l’ambiente, gli animali e anche per la tua salute, ma è legittimo avere dei dubbi. In questa breve guida vediamo quali sono i 10 consigli utili per chi si avvicina per la prima volta alla scelta vegan.

Stai pensando di adottare uno stile di vita vegan, ma non sai da dove cominciare? Oppure stai rimandando da tempo, perché hai paura sia una scelta troppo complicata? In entrambi i casi, non preoccuparti. Abbiamo pensato ad un decalogo di dieci consigli vegan per aiutarti a compiere questo importante passo con maggior scioltezza. 

Ecco la lista di dieci consigli vegan

Come si dice, errare è umano: l’importante è non lasciarsi abbattere e imparare dai propri sbagli! Ecco una breve guida sugli errori che potresti commettere all’inizio e, soprattutto, su come evitarli!

  1. Conosci il tuo “perché”
  2. Rispetta i tuoi tempi
  3. Informati adeguatamente
  4. Non considerare solo l’alimentazione
  5. Vegano non sempre è sinonimo di sano
  6. Non credere di dover rinunciare ai tuoi cibi preferiti
  7. Non temere il giudizio degli altri
  8. Non giudicare gli altri
  9. Non fare tutto da solo 
  10. Divertiti!

Conosci il tuo “perché”

Uno degli errori che commette più spesso chi decide di diventare vegano è non essere pienamente consapevole del perché si decida di approcciarsi a questo stile di vita. L’avresti mai detto? Fare chiarezza sulle ragioni che ci spingono al cambiamento è essenziale, perché ci permette di rinnovare la nostra motivazione nei momenti di dubbio ed esitazione, soprattutto quando ci troviamo davanti a un cibo non vegan che ci “induce in tentazione”. Resistere sarà molto più semplice quando ricordiamo il perché della nostra scelta. 

Spesso molti si avvicinano a questo stile di vita solo per “moda”, senza una reale consapevolezza delle ragioni che supportano la scelta vegan. Questo rende inevitabilmente più alto il rischio di abbandonarla dopo poco tempo, quando si presentano le prime difficoltà.

Comincia quindi con il chiederti quali sono le motivazioni che ti spingono ad adottare uno stile di vita vegan: sei mosso dall’amore per gli animali, dai tuoi valori antispecisti, dalla tua etica? Oppure dalla volontà di ridurre il tuo impatto sull’ambiente e preservare la biodiversità naturale? O perché ritieni che questa scelta possa portare benefici alla tua salute nel lungo termine? Qualsiasi sia la tua ragione (o la combinazione di ragioni), assicurati di averla sempre a mente. Scrivila su un diario, mettila nero su bianco, tatuatela, raccontala ai tuoi cari. Insomma, fai qualsiasi cosa ti permetta di tenerla sempre ben presente e vivida! Più le tue motivazioni sono chiare e più sarà semplice seguire questo nuovo stile di vita.

Rispetta i tuoi tempi

C’è chi diventa vegano in un giorno e chi ha bisogno di un po’ più di tempo per il cambiamento. E indovina una cosa? Non c’è una strada giusta e una sbagliata, ognuno ha i propri tempi ed è essenziale rispettarli e non affrettare le cose. Ricordiamo sempre che l’obiettivo principale è far sì che la nostra scelta vegan sia sostenibile nel lungo periodo, auspicabilmente per tutta la vita.

Perché questo accada, assicurati di prendere il giusto tempo per informarti adeguatamente non solo sulle ragioni che spingono a diventare vegani, ma anche su come farlo nella maniera più adatta per te. Questo può voler dire ridurre il consumo di carne a una volta a settimana, o impegnarsi a consumare almeno un pasto completamente plant-based al giorno. L’importante è continuare a migliorarsi nel tempo, un pasto alla volta. D’altronde, come per (quasi) tutte le cose “chi va piano va sano e va lontano”.

Informati adeguatamente

Quanti di noi, dopo aver visto un documentario particolarmente “illuminante”, hanno sentito la necessità di eliminare immediatamente carne e derivati e di adottare uno stile di vita vegan? Probabilmente molti si saranno sentiti presi in causa. Eppure, in preda all’entusiasmo, spesso non consideriamo diversi aspetti della questione: da come leggere le etichette, a cosa ordinare al ristorante, fino agli ingredienti evitare oltre a carne e derivati, sono tutti esempi di piccole difficoltà che possiamo trovare sul nostro cammino.

Consigli vegani

E spesso, quando ci troviamo di fronte a questi piccoli imprevisti, cominciamo a sentirci sopraffatti, spesso ci disperiamo e mettiamo in discussione la nostra scelta. Ed è in questi momenti che ci rendiamo conto di quanto una preparazione adeguata sia indispensabile per non farci perdere la bussola. Fortunatamente, online possiamo trovare un numero crescente di risorse su cui fare affidamento. Tuttavia, non dobbiamo nemmeno dimenticare l’altra faccia della medaglia: per non perderci nel mare di informazioni a cui abbiamo accesso, è importante selezionare accuratamente le fonti a cui affidarci. Meglio poche, ma autorevoli! 

Vegan non è solo alimentazione

Adottare uno stile di vita vegan non significa soltanto mangiare cibo 100% vegetale. Significa cercare di eliminare attivamente qualsiasi forma di violenza nei confronti degli animali. Questo vuol dire assicurarsi anche che i cosmetici e i prodotti per la casa che usiamo abitualmente, non solo non contengano ingredienti di origine animale, ma anche che non siano testati sugli animali. E vuol dire anche scegliere capi di abbigliamento creati con fibre vegetali, evitando quindi lana, pelle e seta. 

Inoltre, quando facciamo la spesa non dobbiamo limitarci a controllare che il nostro cibo non contenga carne o derivati. Purtroppo infatti può succedere che cibi a un primo sguardo vegani contengano coloranti, additivi o conservanti di origine animale. Fortunatamente, oggi esistono marchi di garanzia, come VEGANOK, che garantiscono l’assenza di ingredienti e derivati animali nei prodotti sui quali sono apposti. 

Non farti ingannare! Controlla sempre bene le etichette e, in caso di dubbio, controlla online la provenienza di eventuali ingredienti “misteriosi” (a questo scopo, ti suggeriamo di consultare il Biodizionario). E non preoccuparti: con il tempo prenderai sempre più familiarità con gli ingredienti da evitare, e diventerà un gesto automatico.

Vegan non è sinonimo di sano (e va bene così)

Questa verità potrebbe non piacere a tutti, ma via il dente via il dolore: vegano non è sempre sinonimo di sano e sai una cosa? Va bene così. La scelta vegan affonda le sue radici nelle istanze antispeciste ed è legata, come abbiamo già detto, alla volontà di non contribuire allo sfruttamento degli animali. Se è vero che una dieta plant-based è generalmente benefica per l’organismo, e aiuta nella prevenzione di diabete, obesità e malattie cardiache, ciò non deve essere un vincolo: la scelta vegan non si limita necessariamente agli alimenti “sani”, ma può includere anche snack, dolci, alimenti pronti di qualsiasi genere, purché siano 100% vegetali.

Va da sé che sia necessario mangiare bene per restare in salute. Detto ciò, è innegabiile che un’alimentazione vegana “imperfetta” o poco sana sia sempre e comunque una scelta più etica – e quindi da promuovere – rispetto a un’alimentazione onnivora. Che tu sia più o meno salutista, adottare un’alimentazione vegetale è il passo più importante che puoi fare per contribuire alla tutela dei diritti animali e dell’ambiente.

Non temere di dover rinunciare ai tuoi piatti preferiti

Quanti di noi hanno pensato almeno una volta che diventare vegani volesse dire rinunciare ai nostri cibi preferiti? E, probabilmente, questo è stato causa di esitazione nella scelta definitiva di adottare uno stile di vita vegan. 

consigli per i vegani

Spesso infatti l’alimentazione vegetale è vittima dello stereotipo che l’accusa di essere noiosa, insapore oppure eccessivamente complicata, e che per cucinare vegetale siano indispensabili ingredienti introvabili e costosi. Nulla di più sbagliato! La cucina vegana è al contrario gustosa e può essere anche semplice ed economica. D’altronde, il gusto e la buona cucina sono importanti per tutti. 

Inoltre, è ormai possibile ricreare qualsiasi piatto tradizionale in versione vegan. Grazie alla crescente offerta di carne e derivati vegetali, “veganizzare” i nostri piatti della preferiti non è solo possibile, ma anche facile. E se invece sei tra quelli che hanno poca fantasia in cucina, Pinterest è una miniera inesauribile di idee e ricette. Inoltre, stanno nascendo sempre più canali YouTube, blog e pagine Instagram interamente dedicate alla cucina vegetale. Ovviamente, anche VEGANOK e VeganBlog sono una fonte interessantissima di idee!

Se invece non hai proprio tempo di cucinare, o ami mangiare fuori, fortunatamente l’offerta di piatti vegetali – o facilmente “veganizzabili”- nei menu dei ristoranti è sempre più ampia. Insomma, essere vegani non è mai stato così facile.

Non temere il giudizio degli altri..

Una delle preoccupazioni più frequenti collegate alla scelta vegan è il giudizio degli altri. Cosa diranno i tuoi parenti al pranzo di Natale, quando scopriranno che non mangi più i piatti della tradizione che hai sempre adorato? I tuoi amici cominceranno a considerarti un estremista? Non verrai più inviato a mangiare fuori o a socializzare?

Se in un primo momento queste preoccupazioni possono sembrarti legittime, con il tempo capirai che tutto dipende da te. Se decidi di chiuderti in casa ed evitare quanto più possibile le uscite, per paura di ricevere critiche o domande sul tuo nuovo stile di vita, finirai inevitabilmente per isolarti. Non farti influenzare e limitare da paure spesso infondate, anzi: esci serenamente e goditi la compagnia di amici e familiari!

Certo, magari alcune persone saranno incuriosite dalle tue nuove abitudini e ti faranno delle domande: se ne hai voglia, rispondi e spiega le tue ragioni, mantenendo sempre un dibattito civile. Quale migliore occasione per normalizzare questa scelta? 

..e non giudicare gli altri

Se è importante non farsi limitare dal giudizio degli altri, allo stesso tempo è fondamentale non giudicare gli altri. Spesso infatti scegliamo di diventare vegan dopo aver scoperto alcune verità scomode che prima ignoravamo. L’istinto è di raccontarle ad amici e parenti, perché ci seguano sulla strada del cambiamento. Tuttavia, non sempre gli altri avranno la nostra stessa reazione.

In questi casi, invece di cominciare a giudicare e “condannare” chi ha visioni o sensibilità diverse dalla nostra, cerchiamo di creare un dialogo costruttivo, di capire quali sono i loro blocchi e le loro motivazioni. A volte, l’unica cosa che invece possiamo fare è semplicemente accettare che il nostro interlocutore non sia al momento vegan, e forse non lo sarà mai.

Allo stesso tempo, sarebbe buona cosa non giudicare le motivazioni e le scelte degli altri vegani. Magari non sei d’accordo con chi diventa vegano solo per motivi di salute, o con chi sceglie di consumare grandi quantità di prodotti vegan confezionati e processati. Si tratta però di una scelta personale e insindacabile, e qualsiasi commento in merito non farebbe altro che alimentare lo stereotipo del vegano litigioso e petulante

Cerca il confronto

Si dice che chi fa da se fa per tre. Tuttavia, il dialogo e il confronto con chi è diventato vegano prima di te può essere un’esperienza estremamente positiva e arricchente. D’altronde, non staresti nemmeno leggendo questo articolo se fossi convinto del contrario.

Tramite il confronto puoi non solo ricevere consigli preziosi e trucchi per facilitare il passaggio a uno stile di vita vegan, ma anche conoscere in anticipo eventuali criticità e ostacoli che potresti trovare sul tuo cammino. E soprattutto, non esitate a chiedere aiuto a un professionista se ne avverti la necessità.

Tuttavia, non cadere nemmeno nell’errore di farti influenzare troppo dalle esperienze altrui e dal sentito dire. Ricorda sempre che sei un essere umano unico, con bisogni e risposte individuali ai fattori esterni, e dunque ciò che funziona per te potrebbe non funzionare per qualcun altro, e viceversa. 

Divertiti

Ebbene sì, molte persone non si divertono abbastanza durante il cammino verso lo stile di vita vegan. Spesso siamo talmente frenati dalla paura di fare passi falsi, che ci dimentichiamo di goderci il percorso e di essere entusiasti di aver compiuto una scelta così importante per gli animali, per il Pianeta e per noi stessi.

Diventare vegan è una decisione che ci offre la possibilità di crescere come persone, di capire quale contributo vogliamo offrire agli altri e al mondo. Sfruttiamola al meglio e non facciamoci sopraffare da preoccupazioni tanto giustificabili quanto inutili

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica il nostro RAPPORTO DI IMPATTO ETICO 2021

Sauro Martella
Fondatore VEGANOK

Leggi altri articoli