Gelato Elementare

Attività non completamente vegan

Il nome forse dice già tutto e definisce l’intenzione di rendere il più semplice possibile un prodotto invece molto complesso: il gelato.
Gelato Elementare segue il filone del meno è meglio: un vero e proprio lavoro di sottrazione dove tutti gli ingredienti superflui, industriali e chimici, vengono eliminati, a favore delle materie prime essenziali e di alta qualità. Per ottenere il miglior risultato qualitativo, Gelato Elementare ha scelto di selezionare un’unica azienda per ogni genere di frutta secca e di cioccolato, relazionandosi così con la Sicilia per il Pistacchio, col Piemonte per la Nocciola e la Calabria per Mandorla.
Per quanto riguarda la frutta, invece, l’intenzione è rispettarne la stagionalità con l’obiettivo di offrire un gelato che dia la sensazione di addentare il frutto stesso.
I gusti sono esposti in due categorie ben distinte e comprensibili per il cliente più esigente.
I gusti senza latte sono rivolti non solo a chi è intollerante al lattosio ma anche a chi preferisce un gelato più leggero e digeribile. Così è stato pensato, oltre ai canonici gusti frutta, di inserire anche i più apprezzati mandorla, nocciola, pistacchio e cioccolato in versione lattosiofree, bilanciando per loro le ricette ad hoc.
Ad oggi, in questi gelati la presenza del latte è stata sostituita dall’acqua, ma ci sarà spazio anche per sperimentare il connubio tra i sapori di queste terre con tipi di bevande vegetali tra le più varie: soya, avena, riso.

GUARDA LE FOTO