Dalla fermentazione dei piselli, arrivano le prime caseine vegan al mondo

Il prodotto sarà disponibile dal 2022 e promette di rivoluzionare la produzione di latte, formaggi, yogurt e carne vegetali, ma sarà utilizzabile perfino in ambito non alimentare, per realizzare vernici e colle.

L’azienda Fooditive Group tiene fede al proprio motto, “ingredienti plant-based che cambieranno il mondo” producendo caseine vegan attraverso la fermentazione dei piselli. Di fatto, si tratta delle prime caseine plant-based disponibili per l’industria alimentare,  che potrebbero presto essere utilizzate non solo per la produzione di latte, formaggi, yogurt e carne vegetale, ma perfino in ambito non alimentare, per realizzare vernici e colle.

L’azienda, fondata nel 2018 nei Paesi Bassi, è impegnata nella creazione di ingredienti per l’industria alimentare come dolcificanti, conservanti, emulsionanti e grassi di origine vegetale, ma anche prodotti vegan destinati ai consumatori finali; il tutto, con l’obiettivo di creare alimenti etici e sostenibili. L’ultima creazione in casa Fooditive è proprio la caseina vegan, che promette di cambiare radicalmente il mondo degli alimenti plant-based che sostituiscono latte e latticini.

Ma di cosa si tratta esattamente? Le caseine sono le proteine principali del latte (e, di conseguenza, dei latticini) e sono responsabili del gusto, della cremosità e della consistenza ricca dei prodotti di origine animale. Fooditive Group crea un sostituto di queste proteine attraverso il processo di fermentazione: il risultato è un ingrediente che “copia” la struttura proteica del latte vaccino – e in particolare il DNA della beta-caseina del latte – ma su una base 100% vegetale. Si tratta quindi di un prodotto OGM, anche se questi non godono affatto di una buona reputazione. Ma è proprio questa la leva su cui l’azienda vuole spingere: “Comprendiamo che la produzione di organismi geneticamente modificati per uso alimentare è soggetta a un dibattito costante, sia per la percezione negativa dei consumatori che per la sfiducia di base nei confronti di questi alimenti. Il nostro obiettivo è cambiare questa situazione, mostrando all’industria alimentare e ai consumatori finali un approccio innovativo per creare prodotti sostenibili“, ha affermato Niki Karatza, Product Manager di Fooditive.

Aggiunge Moayad Abushokhedim, fondatore e CEO dell’azienda che “produrre cibo sano e alla portata di tutti significa che dobbiamo semplicemente prendere di mira ogni aspetto della nostra dieta, e i prodotti  animal-free dovrebbero sicuramente farne parte. Fornire ingredienti che sono stati prodotti in modo sostenibile è la chiave principale per il futuro, per un pianeta in grado di sostenere la popolazione umana in continua crescita”.

Le caseine vegan saranno disponibili a partire dal 2022, ma le aziende interessate possono già unirsi all’elenco di sviluppatori alimentari che hanno intenzione di utilizzare il prodotto. Non ci stupirebbe se, fra questi, ci fossero anche grandi nomi del settore lattiero caseario, visto il grande successo che il formaggio vegan sta ottenendo nel mondo.

Leggi anche:

https://www.osservatorioveganok.com/il-boom-del-formaggio-vegan-il-settore-varra-quasi-6-miliardi-di-dollari-entro-il-2028/

 

 

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica il nostro RAPPORTO DI IMPATTO ETICO 2021

Sauro Martella
Fondatore VEGANOK

Leggi altri articoli