Animali domestici botti di capodanno

Botti di Capodanno, come salvaguardare i nostri amici pelosi?

Botti, fuochi d'artificio e petardi: la notte di Capodanno può diventare un vero e proprio incubo per i nostri animali domestici. Cosa possiamo fare per aiutarli ad affrontare lo stress? Ecco i consigli del veterinario.

Manca pochissimo al 31 dicembre, una delle notti più magiche (e rumorose) dell’anno. Se per noi i fuochi d’artificio sono sinonimo di festeggiamenti e allegria, lo stesso non si può dire per i nostri animali domestici: cani e gatti (ma non solo) possono soffrire terribilmente per il rumore dei botti che vengono fatti esplodere da balconi, terrazzi e giardini.

Quasi sempre i rumori assordanti dell’ultimo dell’anno spaventano i nostri pet, che in quelle ore possono soffrire d’ansia, perdere l’orientamento e per questo scappare, con la possibilità di provocare incidenti o rimanere essi stessi vittime dei festeggiamenti.

Cosa possiamo fare, quindi, per evitare che questo accada? Lo abbiamo chiesto alla Dottoressa Ilaria Sportolari, medico veterinario, che ci ha spiegato cosa fare (e cosa non fare) per essere realmente d’aiuto ai nostri cani e gatti.

  • Se possibile, gli animali non devono essere lasciati soli: la nostra presenza può aiutare a farli sentire al sicuro.
  • Sia che decidiamo di rimanere a casa, ma a maggior ragione se non possiamo rimanere con loro, lasciamo tv, radio o musica accese. Questo consentirà di attutire il rumore dei botti: a differenza di quanto avviene per i temporali, in questo caso gli animali non percepiscono le vibrazioni ma solo il rumore, che è una cosa che si può facilmente mascherare.Animali domestici botti di capodanno
  • Conoscendo le attività che il nostro animale mette in pratica in un momento di stress (per esempio nascondersi sotto il letto, nella doccia, dietro al divano, ecc), cerchiamo di assecondare la loro necessità, senza forzarli a stare in un ambiente insieme a noi. In generale dipende dal carattere dell’animale, è necessario agire per ognuno in maniera diversa. La cosa migliore rimane comunque essere in casa insieme a loro.
  • Volendo, possiamo ricorrere a rimedi naturali per aiutarli a superare lo stress: esistono vari marchi di compresse con ingredienti naturali, da iniziare a somministrare qualche giorno prima del 31, così che possano avere il tempo di agire. Non si tratta di farmaci, ma rimedi a base di griffonia, estratti di tè verde, vitamine, selenio. Bisogna sottolineare, però, che quasi sempre le formulazioni contengono proteine del siero di latte o appetibilizzanti di origine animale, per fare in modo che l’animale li assuma più facilmente.Animali domestici botti di capodanno
  • Rimedi come fiori di bach, fiori australiani oppure olii essenziali, di solito vengono integrati all’interno di percorsi con un addestratore e non hanno effetto se dati una tantum prima di Capodanno; vanno comunque somministrati sotto consiglio del veterinario.
  • Per i cani di taglia grande o soggetti predisposti alla torsione gastrica, la notte di Capodanno il consiglio è di ridurre la quantità di cibo, da offrire molto prima di mezzanotte, così che arrivino con lo stomaco pressoché vuoto ad affrontare un momento di forte stress e paura.
  • Ci sono cani che richiedono un supporto farmacologico per affrontare lo stress dei botti, ma è a discrezione esclusivamente del medico veterinario.

Scegli i prodotti certificati VEGANOK e sostieni così la libera informazione!


Solo con la partecipazione di tutti potremo fare la differenza per la salvaguardia del pianeta.

Scarica il nostro RAPPORTO DI IMPATTO ETICO 2021

Sauro Martella
Fondatore VEGANOK

Leggi altri articoli